A tavola tutto ha importanza

A tavola tutto ha importanza

22.AGO.2014

Un hamburger iberico di Joselito è sempre qualcosa da desiderare. Ma se viene servito su di un piatto bianco, esso diventerà ancor più appetibile di quando viene servito su di un piatto scuro. Questa è la conclusione a cui sono giunti dei ricercatori dell’Università di Oxford in uno studio che ha apprezzato come il colore di un contenitore utilizzato per servire il cibo potrebbe influenzare la percezione del cliente; nel caso del cibo, il colore bianco era quello che rendeva il cibo molto più appetibile degli altri. I risultati dello studio mostrano che persino il colore delle posate potrebbe influenzare il gusto che i clienti che mangiano al ristorante percepiscono dal menu. Ancora una volta, il bianco è stato il colore che ha creato un sapore più intenso e puro.

 

Ma il colore non è la sola caratteristica della coltelleria che potrebbe influenzare la percezione del gusto. Un’altra ricerca condotta dalla stessa università inglese ha assicurato che anche il peso delle posate influenza il nostro senso del gusto. Quest’alterazione è molto più notevole quando il peso di forchette, coltelli e cucchiai risulta diverso da quello che ci si aspettava dalla cena; una differenza che innesca un aroma del cibo molto più piacevole. Anche la forma della coltelleria modula la percezione del gusto; di quì, si dice che molte note salate si creino se si mangia con un coltello piuttosto che con un cucchiaio, una forchetta o uno stuzzicadenti.

 

È ovvio che la creatività in cucina non conosce confine. Ci sono molti dettagli che rivestono un ruolo chiave a tavola, che possiamo semplicemente prestare attenzione a ciascuno di loro. Combinare diversi sapori e consistenze non è abbastanza e il contesto e i 5 sensi vengono coinvolti allo scopo di creare un’indimenticabile esperienza gastronomica. La presentazione e le sensazioni che ne derivano costituiscono il nuovo aspetto chiave dell’alta cucina, un aspetto che è molto noto a Andreu Genestra. Genestra è lo chef del suo omonimo ristorante, che fa parte della prima linea di cuochi di Happy Joselito e mostra la propria creatività quando esibisce le proprie creazioni con una collezione di piatti e posate appositamente disegnati per ciascuna ricetta.

LINKS