20 giorni all’anno per goderti ElBulli

20 giorni all’anno per goderti ElBulli

28.FEB.2014

Gli amanti del cibo sono fortunate perché il nuovo spazio per la creatività, ElBulli1846, aprirà I battenti 20 giorni all’anno permettendo a un piccolo gruppo di persone di gustare i nuovi piatti di Ferran Adrià, senza dubbio uno dei migliori chef del mondo.


Nel luglio del 2011, Ferran Adrià ci ha sorpreso con la chiusura di quello che era definito per cinque volte il miglior ristorante del mondo. Sembrò che l’istituzione emblematica facesse parte della storia ma, alcuni giorni fa, lo chef ci ha sorpreso di nuovo affermando che, nel giugno del 2016, aprirà uno spazio aperto, ElBulli1846, dove potranno essere gustati nuovi piatti che lui creerà con il suo team di ricerca.


ElBulli1846 sarà uno dei tre pilastri della elBulliFoundation, che sarà situato in un palazzo di quasi 4.400 metri quadri di Cala Montjoi (Roses), che sarà rispettoso dell’ambiente e userà energia pulita. Questo palazzo sarà uno spazio per l’esposizione, un centro creativo e un ristorante ma mai tutte e tre le cose contemporaneamente. Il sito sarà posizionato nelle strutture precedenti di ElBulli, con lo scopo di promuovere la cultura gastronomica e la formazione ad alti livelli e la cui costruzione è prevista per i primi di marzo 2016.


ElBulli1846 impegnerà un team di 30 - 40 professionisti della gastronomia, che esploreranno l’efficienza della creatività in cucina otto mesi all’anno. Questi cuochi saranno sotto la guida di Ferran Adrià. Al termine della stagione, saranno serviti pranzo e cena per 20 giorni. Metà di questi pasti saranno gratuiti per coloro che otterranno un tavolo attraverso lotterie su internet. L’altra metà verrà pagata e il denaro verrà usato come raccolta fondi per la manutenzione della elBulliFoundation.


Quindi, elBulli1846 combinerà innovazione, creatività e ricerca con la promozione dell’eredità del prestigioso ristorante in progetto architettonico olistico. Queste sono alcune delle caratteristiche di un’iniziativa che cerca anche di combinare la dimensione "intelligente" con quella sostenibile.


Oltre a Ferran Adrià, verranno coinvolti nel progetto Juli Soler, prima capocameriere a ElBulli e all’architetto Enric Ruiz Geli, dove quest’ultimo si occuperà di fondere le strutture con la natura e l’ambiente in cui sono situate.

LINKS